Alife. Dal 1 settembre don Cesare Tescione lascia la parrocchia della Cattedrale

Dal 1 settembre don Cesare Tescione lascerà la guida della Cattedrale Santa Maria Assunta, di cui fino ad ora è stato Amministratore parrocchiale. Rimarrà invece a capo della Comunità di San Giovan Giuseppe della Croce in Totari (Alife) ricoprendo – a decorrere dal 1 ottobre – anche l’incarico di Cappellano presso l’Ospedale Civile Ave Gratia Plena in Piedimonte Matese, finora svolto da don Eusebio Swiderek. Quest’ultimo continuerà ad avere la responsabilità della parrocchia di San Michele Arcangelo in Alife, assumendo, in aggiunta, incarichi di collaborazione e supporto presso la Chiesa Cattedrale.

Venerdì 1 settembre, in occasione della Messa vespertina delle 19.00 in Cattedrale, il vescovo Mons. Valentino Di Cerbo, comunicherà ai fedeli alifani l’assetto completo dei sacerdoti alla guida della locale comunità e le rispettive responsabilità.

Questa sofferta e meditata decisione del Vescovo viene a mettere il punto alle innumerevoli chiacchiere e fake news, da alcuni anni, puntualmente fornite durante il periodo estivo con l’unico scopo di squalificare l’azione del Pastore e di creare scompiglio nella comunità diocesana e tra i sacerdoti.

Nel ribadire il senso di grande responsabilità con cui la Diocesi provvede alla cura spirituale dei fedeli, si auspica che la deplorevole prassi di far circolare notizie false e calunniose sulla vita della Comunità cristiana e delle persone che la edificano, possa finalmente cessare per il bene della Chiesa locale e del Territorio fortemente penalizzati e feriti da irresponsabili e infondate chiacchiere da pollaio.